Reg. Piemonte: contributi per le strutture turistiche (Piemonte)

È in fase di apertura la L.R. 18/99, un intervento della Regione Piemonte che intende stimolare la realizzazione di maggiore qualità delle strutture ricettive; maggiore qualità dei servizi accessori; maggiore qualità dei servizi ricettivi; un aumento delle ricadute occupazionali anche nelle località oggi turisticamente meno sfruttate.

BENEFICIARI
Possono richiedere l’agevolazione le PMI ed Enti no profit aventi la sede destinataria dell’investimento sia sul territorio piemontese, la cui attività consista nella gestione di:

  • strutture alberghiere;
  • strutture extra– alberghiere;
  • campeggi-villaggi turistici;
  • agriturismi;
  • rifugi.

INIZIATIVE AMMISSIBILI
Sono ammissibili gli investimenti che prevedono:

  • Sviluppo e ampliamento dei servizi turistici outdoor accessori all’attività turistico ricettiva compresa la realizzazione e riqualificazione di piscine;
  • incremento dell’efficienza energetica delle strutture e/o installazione impianti a fonte rinnovabile ( fotovoltaico);
  • riqualificazione interna ed esterna degli spazi della struttura compreso l’adeguamento antisismico e antincendio;
  • incremento di un modello di produzione e consumo diretto all’economia circolare anche attraverso una maggior sostenibilità ambientale;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • incremento del livello tecnologico anche attraverso la digitalizzazione (es. impianti wi-fi, centralini, server e pc, siti web ottimizzati per il sistema mobile, programmi per la vendita diretta di servizi e pernottamento);
  • illuminazione di spazi ed ambienti, sia inter-ni che esterni.

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammessi a beneficiare dell’agevolazione i seguenti costi a condizione che siano riferiti a investimenti ed attività avviati successivamente la presentazione della domanda di agevolazione:

  • Beni strumentali (es. velocipedi, e-bike, colonnine di ricarica per veicoli elettrici, arredi da esterno);
  • attrezzature e/o apparecchiature anche connesse alla realizzazione e riqualificazione di piscine con annessi servizi accessori;
  • attività edilizia compresa l’installazione di manufatti leggeri e di strutture di qualsiasi genere, parcheggi, attivazione o adeguamento di impianti termoidraulici, elettrici e tecnologici.

Spesa massima ammissibile 100.000 euro.

AGEVOLAZIONE
Contributo a fondo perduto dal 50% al 70% dei costi ammissibili, con il limite massimo di 50.000 euro.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La data di apertura dello sportello sarà definita con apposito provvedimento della Regi. Piemonte e sarà disponibile fino ad esaurimento delle risorse disponibili.